MANI: TRATTAMENTI E NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA ESTETICA

MANI: TRATTAMENTI E NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA ESTETICA

Le mani sono insieme al nostro volto il nostro biglietto di presentazione agli altri, sono il mezzo attraverso il quale ci presentiamo, tocchiamo e percepiamo. Quest’unita anatomico funzionale è bersaglio di diverse patologie che ne limitano i funzionamenti (vedi capitolo) interferendo con le attività sociali, lavorative, ludiche e creative dell’individuo colpito. Ricordiamo sempre che la mano è la responsabile del tatto, uno dei nostri cinque organi di senso. Secondo Darwin è l’organo che distingue l’uomo dagli altri primati, e che l’uomo non avrebbe mai raggiunto il suo posto predominante nel mondo senza l’uso delle mani.

I primi segni d’invecchiamento delle mani sono:

  • Perdita dell’elasticità
  • Assottigliamento della cute con vene ben visibili
  • Alterazioni della pigmentazione con formazione di macchie senili

I trattamenti volti a migliorare l’aspetto estetico delle mani sono diversi, ognuno con delle sue caratteristiche, ognuno con dei suoi risultati. Questo significa che ogni paziente deve essere studiato in modo da poter proporre il trattamento o i trattamenti che possono dare il miglior risultato e soddisfare la paziente.

I trattamenti sono:

  • PEELING Procedura ambulatoriale, attraverso la quale è possibile ottenere il rinnovamento e, di conseguenza il ringiovanimento del primo strato cutaneo delle mani. Induce l’esfoliazione e la stimolazione cutanea (stimolo alla produzione di elastina, che migliora il tono e il turgore della cute delle mani). È utile anche per migliorare il colore della pelle, eliminando le macchie presenti sul dorso della mano e rendendola più luminosa (peeling depigmentanti). Tra questi i più utilizzati sono l’acido mandelico, l’acido glicolico, l’acido tricloroacetico, lo yellow peel.
  • BIOSTIMOLAZIONI Esistono oggi dei prodotti particolari che hanno l’azione di provocare una stimolazione duratura e profonda della cute delle mani. Sono spesso dispositivi medici che contengono vitamine, minerali, amminoacidi, acido ialuronico, che permettono una lunga stimolazione. Questo tipo di prodotto prevede ovviamente più sedute in modo da mantenere e potenziare la stimolazione massimizzandola al terzo quarto trattamento.
  • FILLER L’uso dei filler a base di acido ialuronico è un ottimo trattamento, è utilizzato per correggere le pliche dermiche (rughe) e dare volume ai tessuti sottocutanei. Utilizzato per ringiovanire mani con cute molto assottigliata e con aspetto scarno. L’acido ialuronico è un materiale iniettabile, riassorbibile, completamente biocompatibile che ripristina il volume perduto sul dorso della mano idratandola in profondità grazie alla sua capacità di richiamare acqua.
  • CARBOSSITERAPIA Attraverso l’insufflazione di anidride carbonica a livello delle mani si permette una maggiore ossigenazione della cute, con aumento dello spessore del derma, con miglioramento della texture cutanea. Il trattamento dura pochi minuti e deve essere ripetuto una volta a settimana per almeno dieci settimane.
  • PRP I fattori di crescita contenuti nelle piastrine stimolano la riattivazione dei fibrociti in fibroblasti e la loro proliferazione ottenendo un aumento della sintesi di collagene. Il risultato è delle mani con una pelle più turgida, luminosa e compatta. I risultati non sono immediati ma saranno visibili nel tempo. Talvolta è bene associare un pochino di filler a base di acido ialuronico.
  • LASER Esistono diversi i laser utilizzabili per migliorare l’aspetto estetico delle mani: ilLaser al CO2 ci permette una fortissima stimolazione dermica, la luce pulsata e lo ND YAG-laser ci permettono rispettivamente il fotoringiovanimento e la rimozione delle tipiche macchie senili del dorso delle mani.
  • LIPOFILLING Il lipofilling è una procedura chirurgica e come tale deve essere considerata. Consiste nella lipoaspirazione dolce di tessuto adiposo da alcune regioni del corpo (zona donatrice). Il grasso prelevato è poi processato in modo da poter essere innestato (trasferito, trapaintato) a livello del dorso delle mani o anche di altre regioni corporee (zona ricevente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *